giovedì 23 aprile 2015

La formazione del 10 - classe prima


Una volta che gli alunni hanno capito il fatto che la nostra numerazione è in base decimale ed hanno interiorizzato il cambio necessario quando si aggiunge un'unità al 9 (utilizzando l'abaco, i regoli, il materiale multibase), è allora il caso di approfondire meglio la conoscenza del 10 e la sua formazione.






Notiamo la differenza di significato tra le scritture "10" e "01"
Giochiamo con le dita e formiamo in tutti i modi il numero 10. Registriamo sul quaderno i numeri amici del 10. Se vuoi stampare la scheda fai clic qui.


https://dl.dropboxusercontent.com/u/47355280/schede%20da%20stampare/dita.pdf

Cerchiamo di far memorizzare agli alunni i numeri amici del 10, abilità che sarà utile nei calcoli con il passaggio della decina.
A tal fine possono essere presentate agli alunni due schede.
Prima scheda 

https://dl.dropboxusercontent.com/u/47355280/schede%20da%20stampare/completa%20al%2010.pdf

Seconda scheda

https://dl.dropboxusercontent.com/u/47355280/schede%20da%20stampare/tessere%2010.pdf
 

mercoledì 22 aprile 2015

Il cambio con l’abaco - classe prima

Dopo aver effettuato raggruppamenti e cambi in varie basi ed usando diversi materiali non strutturati e strutturati (regoli, B.A.M.) dedichiamoci ora all'abaco. Spieghiamo che si tratta di uno strumento che serve per rappresentare quantità e per fare calcoli. Mettiamo sul banco un regolo bianco, prendiamo l’abaco, vediamo qual è l’astina delle unità, mettiamo sull’astina delle unità una pallina per ogni regolo bianco che metteremo sul banco. Quando arriveremo a 10 palline le dovremo cambiare con una pallina rossa che metteremo sull’asta delle decine. Registriamo ogni volta sul quaderno.




Proviamo ora a dare una certa quantità di palline, effettuare il cambio e disegnare alla lavagna ciò che si è ottenuto.
Proponiamo anche un esercizio in cui gli alunni dovranno disegnare le quantità indicate, espresse in basi diverse (se non è indicata la base è ovvio che si tratta della nostra base, la base 10).





Un test/gioco on line sui raggruppamenti


Una prova di verifica su scheda

Vedi U. A. di riferimento

lunedì 13 aprile 2015

Rapporto addizione – sottrazione - classe prima


Consideriamo questa situazione, scriviamola alla lavagna, leggiamo e copiamo sul quaderno:

"Nel porto ci sono 4 barche a vela e 5 barche senza vela. Quante barche ci sono?"
Rappresentiamo la situazione con il disegno e con l'operazione.Costruiamo poi insieme l'enunciato inverso.


"Nel porto ci sono 9 barche; se quelle senza vela sono 5, quante sono le barche a vela?" 
Anche questa volta rappresentiamo con il disegno e con l'operazione.
Chiediamo agli alunni che cosa possono osservare.




Prendiamo ora 5 bicchieri di carta, togliamone uno, rappresentiamo con il disegno e l'operazione. 
Ora aggiungiamo il bicchiere tolto in precedenza: rappresentiamo e osserviamo.



Sulla linea dei numeri facciamo mettere un bambino sul numero 6 e chiediamogli di fare 2 passi da gambero. Su che numero è arrivato? Registriamo con la linea dei numeri sul quaderno e scriviamo l’operazione. Chiediamo poi che cosa deve fare se vuole tornare al numero 6. Eseguiamo e registriamo. Concludiamo che la sottrazione è l'operazione inversa dell'addizione.


 Facciamo svolgere alcuni esercizi come i seguenti.

 
Completa

 
Vedi U. A. di riferimento