lunedì 23 maggio 2016

Numeri pari e dispari - classe seconda

Solitamente i bambini a questo punto dell'anno scolastico hanno già utilizzato diverse volte e quindi conoscono con discreta sicurezza i numeri pari e dispari. Ritengo però opportuno affrontare l'argomento in modo sistematico per chiarire agli alunni i motivi di questa distinzione.
Giochiamo a pari e dispari: Andrea ha 5 e Giovanni 3, il totale è 8 che è pari o dispari? Pari, naturalmente. Che cosa sono i numeri pari? Lasciamo che i bambini ci spieghino con le loro parole e se è il caso puntualizziamo che i numeri pari sono quelli che si possono dividere per 2 senza avere resto.
Scriviamo sul quaderno:


Naturalmente i numeri dispari saranno i numeri che, divisi per 2, danno un resto.


Consideriamo e scriviamo alla lavagna e sul quaderno i primi 50 numeri.


Vediamo quali si possono dividere per 2 senza resto e coloriamo di azzurro. Sono i numeri pari
Coloriamo gli altri numeri, quelli dispari, non divisibili per 2, in rosa.
Notiamo che i numeri pari e quelli dispari si alternano.
Un esercizio per verificare la comprensione dei bambini di quanto fatto finora:


Proponiamo ora di numerare per 2 partendo da 0 e poi scriviamo le cifre che rappresentano le unità: 0,2,4,6,8,0,2,4,6,8
Tutti i numeri che finiscono per 0, 2,4,6,8 sono pari.


Ora proviamo a numerare per 2 partendo da 1 e poi scriviamo le cifre che rappresentano le unità:1,3,5,7,9,1,3,5,7,9

Tutti i numeri che finiscono per 1,3,5,7,9 sono dispari.


Una scheda da stampare: tombola e lotto per i numeri pari e dispari. Fai clic qui o sull'immagine


Possiamo concludere il lavoro vedendo cosa accade sommando tra loro numeri pari e/o dispari






Vedi U. A. di riferimento n° 1: I numeri entro il 100

Vedi U. A. di riferimento n° 8: La divisione

14 commenti:

  1. volevo la tabella nn qst spiegazione da bambini di 2 anni! Prp nn capite ntn tontoloni!
    La mamma di Lucia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo blog non è costruito sulla base di ciò che vuole la mamma di Lucia, mi dispiace! Capisco che la suddetta mamma, dall'alto della sua scienza ed esperienza pedagogica, possa permettersi giudizi profondi sulla "spiegazione da bambini di 2 anni". In ogni caso devo dire che , stavolta, cara mamma di Lucia, la figura della tontolona l'ha fatta proprio lei! E scriva in italiano, non in croato!

      Elimina
    2. Confermo! Tontolona la mamma di Lucia!!!

      Elimina
    3. confermo anch'io. sono un'insegnante e trovo questa spiegazione utile e intelligente.
      Maestra Mari

      Elimina
    4. gentilissimi.....la mamma di Lucia non ha nozioni di italiano figuriamoci di matematica,ho un figlio di sei anni,trovo la spiegazione utile semplice adatta alla loro età,per quanto i bambini possano avere un vocabolario ricco e ampio,sono bambini e preferiscono spiegazioni semplici.....a meno che non si tratti di una figlia genio allora credo abbia sbagliato sito......maestra esmy croata

      Elimina
  2. Risposte
    1. Povera Lucia che, poteva essere più rispettosa del lavoro altrui.

      Elimina
  3. bravissimo ! durante quest'anno scolastico ho usato tutte le tue spiegazioni!!!
    Grazie

    RispondiElimina
  4. complimenti, per fare i compiti seguo sempre i suoi consigli!!!!
    Lei e' un maestro molto bravo!!!!

    RispondiElimina
  5. Anch'io sono un'insegnante e devo dire grazie al collega Giampaolo perchè mi ha insegnato tanto.

    RispondiElimina
  6. Grazie! Anche io ho preso spesso spunti molto utili! Ho affrontato da poco le divisioni e per questo ultimo passaggio rinforzerò il lavoro usando le tue chiarissime e complementari spiegazioni. Complimenti!

    RispondiElimina
  7. Grazie di tutto, Giampaolo! Buone meritate vacanze, nonchè pensionamento! Che sia proficuo quanto il lavoro che hai svolto!
    Francesco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Francesco! Ora dovrò un po' raccogliere le idee; penso comunque di riuscire a continuare ad aggiornare e migliorare i blog. Buone vacanze anche a te!

      Elimina