venerdì 12 maggio 2017

Misure di valore: euro, multipli e sottomultipli - classe terza

Matematica per gli insegnanti

Riporto testualmente dai quaderni didattici della Banca d'Italia:
"Prima della moneta, il commercio era praticato barattando (cioè scambiando) le merci. Antiche civiltà, come i Sumeri, i Babilonesi, gli Assiri, gli Egizi, i Fenici, i Micenei, i Cretesi e i Greci esercitarono per secoli intensi scambi commerciali, anche prima della diffusione delle monete…..
Il bestiame, il legno, la porpora, il sale, i metalli, venivano usati come una sorta di moneta. Per ciascuna di queste merci era riconosciuto un valore in base al quale avvenivano gli scambi.
Tra tutte queste merci, i metalli nobili, cioè l’oro e l’argento, ma anche il rame e il bronzo, erano quelle più adatte per le attività commerciali.
Per superare l’inconveniente di dover sempre pesare i pezzi di metallo utilizzati per il commercio, si pensò di coniare pezzi di metallo che avessero un peso prestabilito. Nacque così la moneta.
Secondo alcuni storici la moneta è stata inventata intorno al VII secolo avanti Cristo nella Lidia, regione dell’attuale Turchia. Da lì si diffuse tra i Greci delle colonie d’Oriente e quindi alle altre popolazioni. Le prime monete consistevano in barre di metallo, prevalentemente ferro. Le monete di metallo prezioso si diffusero più tardi.
La diffusione della moneta in tutto il mondo allora conosciuto si ebbe però solo molto tempo dopo con la nascita e lo sviluppo di due grandi imperi dai territori vastissimi: l’impero di Alessandro Magno e l’impero romano.
Le monete d’oro e d’argento furono usate per lungo tempo ma presentavano lo svantaggio di essere piuttosto pesanti e difficili da trasportare e da custodire. La necessità di superare questi inconvenienti portò alla nascita della moneta di carta.
La prima cartamoneta nacque in Cina nel IX secolo d.C. e si diffuse rapidamente in questo territorio. Fu Marco Polo (1254-1324) a riportare in Europa la notizia dell’uso della carta come moneta.
Oggi la nostra moneta legale è l’euro. Circa 335 milioni di persone lo utilizzano ogni giorno. L’insieme dei paesi dell’Unione europea che hanno adottato l’euro (19 dal 2015) è detto Eurozona.
I disegni sulle banconote in euro rappresentano visivamente le tradizioni e le radici comuni dell’Europa. Il nome “euro” richiama la parola “Europa” nelle diverse lingue parlate nell’area. Il simbolo scelto è €, un arco con due barre orizzontali che ricorda la lettera epsilon dell’alfabeto greco antico, lingua dalla quale deriva la parola Europa. Le due barre orizzontali sono segno di stabilità, requisito essenziale di ogni moneta. 
LE BANCONOTE IN EURO
Le 12 stelle stampate sulle banconote simboleggiano la coesione, il dinamismo e l’armonia dell’Unione. Sul fronte delle banconote le figure di finestre e portali, nei diversi stili architettonici, rappresentano il patrimonio artistico comune e lo spirito di apertura dei popoli europei. Sul retro, le immagini dei ponti simboleggiano gli ideali d’incontro e di amicizia tra i diversi popoli.
LE MONETE IN EURO
Ciascuna moneta presenta una faccia comune “europea”, con una carta geografica dell’Europa (dai 10 centesimi ai 2 euro) oppure con il globo terrestre (monete da 1, 2, 5 centesimi) e una faccia “nazionale” con simboli o disegni, scelti liberamente dagli Stati membri, contornati dalle 12 stelle dell’Unione europea."


Matematica per gli alunni

COMPETENZE
ABILITA’
UNITA’ DI APPRENDIMENTO
L’alunno riconosce e utilizza rappresentazioni diverse di oggetti matematici. Sviluppa un atteggiamento positivo rispetto alla matematica, attraverso esperienze significative, che gli hanno fatto intuire come gli strumenti matematici che ha imparato ad utilizzare siano utili per operare nella realtà.
-  Al termine della classe terza l'alunno dovrà:

affrontare situazioni problematiche relative all'euro; esprimere misure utilizzando multipli  e sottomultipli delle unità di misura.

PERCORSO DIDATTICO

Br1 e Bass8, con i soldi ricevuti dal fattore Ambrogio in compenso del loro lavoro , si recano spesso in città per fare gli acquisti necessari.
Vedono molti cartellini con i prezzi, ma non conoscono molto bene il nostro sistema monetario. Infatti nella Galassia Matematica per i pagamenti non si usano le monete ma il BancoLaser. Dobbiamo quindi aiutare i nostri amici a comprendere meglio il funzionamento del nostro sistema monetario in modo che possano usare correttamente il denaro per pagare gli acquisti fatti e controllare gli eventuali resti ricevuti.
La nostra unità monetaria è l’euro. Il simbolo dell’euro è .
Presentiamo i multipli dell'euro usando una scheda apposita. Fai clic per stampare la scheda


Proponiamo un esercizio
TOTALE
………..euro
 
Calcola quanto valgono in tutto:
11 banconote da 10 euro = ………………………………….
2 banconote da 50 euro = ……………………………………
3 banconote da 200 euro = ………………………………….
5 banconote da 20 euro = …………………………………...
4 banconote da 500 euro = ………………………………….


Oggi è il compleanno di Br1. Bassotto ha alcune idee sul regalo da fare al suo grande amico ma è indeciso tra 5 soluzioni e non conosce i prezzi delle cose che vorrebbe regalare a Br1. Noi però conosciamo questi prezzi e siamo quindi in grado di aiutare Bass8.
Ecco quali sono le cinque idee di Bass8: consegniamo una per volta le 5 possibilità, contenute in una scheda che puoi stampare facendo clic su questo link.


Per ogni possibile regalo facciamo comporre il prezzo da ogni alunno nel modo che crede. 



Al termine di questo lavoro proponiamo agli alunni alcune domande.


Ci sono anche monete che valgono meno di un euro. Presentiamole prima concretamente agli alunni e poi utilizzando questa scheda. Fai clic qui per stampare la scheda.

 
Una volta chiarito, anche con l’aiuto della scheda precedente, che un euro equivale a 100 centesimi di euro, proviamo, dopo esserci muniti di una quantità sufficiente di centesimi, ad operare concretamente e poi sul quaderno.
Formiamo 1 € con:
monete da 50 centesimi: ………………….
monete da 20 centesimi: ………………….
monete da 10 centesimi: ………………….
monete da 5 centesimi: ………………….

Formiamo 50 centesimi con:
monete da 10 centesimi: ………………….
monete da 5 centesimi: ………………….
monete da 2 centesimi: ………………….


Proponiamo ora una scheda di esercitazione. Fai clic per stampare la scheda.

Propongo il link ad un gioco: Unisciti all'equipaggio dell'euro dal sito "Euro Kids' corner".


Ulteriori risorse dal Web

5 commenti:

  1. Buonasera... ti segnalo un problema nel file sull'euro che hai caricato, mi dice "impossibile estrarre il font, la visualizzazione potrebbe non essere corretta" o qualcosa del genere, di fatto il file non è leggibile: puoi provare a ricaricarlo? magari hai caricato un font non riconosciuto da tutti i sistemi...
    anche se con il pdf...
    Ps: i multipli ti fermi al decametro? o lo continuerai più avanti?
    GRAZIE !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho provato a scaricare il file ed ha funzionato correttamente. Domani proverò su altre macchine per capire se è un problema del file (che, comunque, essendo in pdf, non dovrebbe avere problemi di font) o se potrebbe trattarsi di un problema sul tuo pc. Ti farò sapere.
      Per quanto riguarda i multipli vado avanti: proprio stamane siamo andati a misurare l'ettometro ed a percorrere un km in passeggiata nel parco urbano. Domani espliciterò nel blog.
      Ciao Diego e .. buona notte!

      Elimina
    2. Ho provato anche su altri pc: il file si scarica e si visualizza correttamente. Non so che dirti. Per ora ti saluto. Ciao, Diego!

      Elimina
  2. Ciao Giampaolo, ho provato a scaricare nuovamente il file, adesso è ok, ma prima mi sono premurato di installare mozilla, sarà il mio explorer obsoleto!
    Visualizzo meglio anche il mio blog.
    1 Km di passeggiata? Che bella idea!
    Ciao...
    continua così il tuo lavoro è impeccabile!
    Ps: ce ne vorrebbe uno in parallelo di italiano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Diego, ti ringrazio ma basta questo e .... avanza! Ciao!

      Elimina